PENSARE MASSIMO

Massimo-Scaligero-

*

Pensare Massimo

.Era di malinconia il giorno
in cui invisibile mi eri al fianco
ben sapendo quale uscio
come d’uopo avrei varcato
con la sconosciuta, flebile
ma sempre viva speme..
A volte solo l’odore dei libri
puo’ bastare perche’
la brama con la fatica
di troppo leggere
puo’ durare giorni da fugare.

E il momento in cui
il cuore senza sforzo ma
fedele s’allinea a un pensiero
– che apparentemente arrovellando
tenta imaginare sempre il Logos –
come un lampo e’ colto
dal grande sacrificio tuo,
angelo custode massimo
in attesa del mio accordo,
per porti inerme e in toto
nelle mani di un’anima
meno che apprendista,
una rosa ingenua che non sapeva,
ne’ credeva d’esser bella e di piu’ :
capace di essere viva
e in continuo fiorire
profumando l’aree d’intorno…..

O Spirito Divino
che in lui e con lui
risvegliasti le rose d’inverno:
fa che io sia fedele
a cio’ cui mi destinasti.
Permetti il mio puro sbocciare
in rosario sacro di pensieri
nella stagione delle rose.
L’essenza del mio profumo vero
allieti ogni giorno donato.
Immersi in profondita’ del dolore,
il ricordo vivente dell’Oro
ognuno guidi alla Forza Solare,
perla serrata in ruvida ostrica.
E tra tutti i fiori
nel giardino del mondo
sara’ solo Pensare di Te:
dell’Amore Immortale.

( S. S )

 

Lascia un commento