PARADOSSO

 folla

In maniera più o meno esplicita, ma sempre più frequente,

passa nell’aria un messaggio:

“Siamo tutti uguali, siamo tutti uguali! ”

Ma lo siamo davvero, uguali?

Mi guardo intorno:

tu sei diverso da me,

egli è diverso da te

io sono diversa da lui….e non solo nella forma esteriore!

E allora?

Vero è, che siamo tutti unici e diversi!

Dove siamo uguali?

Siamo uguali nel non essere assolutamente uguali!

Questo mistero dell’uomo è un paradosso:

vive di ciò che è universale, ma

l’universalmente valido è la massima individualizzazione!

La scintilla dell’Io vuole essere diversa in ognuno.

O si dà fiducia all’Io singolo

e si mette tutto a disposizione dell’evoluzione individuale,

oppure, non si dà fiducia all’Io singolo

e si fa di tutto per riassorbirlo nei vari tipi di comunanza.

Ma l’Uomo non è un fattore di gruppo,

e sempre più convinto ripete a se stesso:

nella più assoluta universalità umana, sono e sarò sempre di più

un essere, unico, individuale, libero!

2 pensieri su “PARADOSSO

  1. Ma forse siamo uguali perchè abbiamo le stesse possibilità in potenza,
    poi sta noi svilupparle, l’uguaglianza è qualcosa che non si vede nell’aspetto esteriore ma nella possibilità di tornare allo Spirito.

  2. Si ezio, giustissimo! Tu hai aggiunto un altro aspetto al fenomeno, che non esclude il mio. I vari punti di vista servono proprio ad arricchire la comprensione di fenomeni molto complessi e vanno bene tutti!

Lascia un commento